DOMENICA 11 GIUGNO 2017 21:29

MONTREAL – Vince Lewis Hamilton, ma il vero eroe di Montreal è Sebastian Vettel. Il pilota della Ferrari è stato protagonista di un’incredibile rimonta nel Gp del Canada. Disturbato in partenza da Verstappen, che gli ha danneggiato l’ala anteriore, è dovuto rientrare anticipatamente ai box e recuperare dalla 18ª posizione. Alla fine ha limitato parecchio i danni, arrivando quarto. Con qualche giro in più avrebbe preso anche Ricciardo, salendo sul podio in terza posizione. A vincere sul circuito di Montreal è stato quindi Lewis Hamilton, per la terza volta di fila. Il britannico ha così dimezzato lo svantaggio da Vettel in classifica piloti: il ferrarista resta leader con 141 punti, l’uomo della Mercedes è a 129. Sul podio anche Valtteri Bottas, secondo, e Daniel Ricciardo, terzo, che conferma il suo buon momento, al terzo piazzamento consecutivo. Dietro Vettel le due Force India, avversarie più che ostiche nella rimonta del tedesco: quinto posto per Sergio Perez, sesto per Esteban Ocon. Settimo Kimi Raikkonen, attanagliato da diversi problemi tecnici. Sugli scudi anche l’idolo di casa, il canadese della Williams Lance Stroll, per la prima volta a punti nella sua carriera grazie al nono posto di oggi. Show di Fernando Alonso, che si ritira a pochi giri dal termine e poi si avvia sugli spalti, dove regala i suoi guanti alla folla, prendendosi la scena.

GUARDA LA CLASSIFICA PILOTI

PRONTI, VIA Parte in testa Hamilton, Verstappen scatta come un fulmine e balza in seconda posizione, entrando in contatto con Vettel, che rimane imbottigliato e scala in quarta piazza, dietro Bottas. Il tedesco ha l’ala anteriore danneggiata. Poi è subito bandiera gialla per un incidente tra Sainz e Massa. Lo spagnolo, in testacoda dopo un contatto con Grosjean, va contro il muro, prima però travolge Massa. Entrambi sono illesi, ma il loro Gp finisce al primo giro. Entra in pista la Safety Car e quando esce Verstappen prova ad attaccare Hamilton, mentre l’ala di Vettel va praticamente in frantumi. Il pilota della Ferrari viene richiamato ai box e quando torna in pista è diciottesimo.

VERSTAPPEN OUT All’undicesimo giro un altro colpo di scena. Max Verstappen, protagonista in partenza, si ritira per un problema tecnico alla sua Red Bull, lasciando campo libero alle Mercedes. Hamilton è in testa davanti a Bottas, terzo Ricciardo, ma si entra in regime di Virtual Safety Car, visto che la macchina di Verstappen rimane piantata a bordo circuito per qualche giro. Al 17° giro si torna a correre a regime normale: Vettel è 12°, Raikkonen torna ai box e monta le supersoft.

COMINCIA LA RIMONTA Man mano che passano i giri Vettel continua a forzare risalendo fino alla zona punti: al 21° sorpassa prima Stroll e poi Magnussen conquistando l’ottava posizione. Arriva in settima posizione, alle spalle di Raikkonen. Intanto dai box Ferrari comunicano che sia la vettura di Vettel che quella di Raikkonen sono danneggiate. Quella del tedesco ha anche un danno sul fondo a seguito del contatto con Verstappen, quella del finlandese ha problemi di carico aerodinamico per un passaggio sull’erba a inizio gara. Secondo pit stop per Raikkonen al 42esimo giro, per montare le ultrasoft.

VETTEL RESISTE Sebastian Vettel prova a spuntarla di testardaggine. Decide di continuare a lungo con le supersoft usate e va ai box solo al 50° giro, in netto ritardo rispetto a tutti gli altri. Rientra in settima posizione e comincia a spingere fortissimo con le gomme fresche. Sperando di chiudere una clamorosa rimonta verso la zona podio. Intanto Raikkonen gli cede il passo per un problema tecnico: il tedesco gira sempre più veloce e a sette giri dal termine è sesto, incollato alle due Force India di Ocon e Perez. Il suo obiettivo è Ricciardo, terzo dietro le due Mercedes. Al 66° giro infila Ocon con una manovra al limite, è quinto e punta subito Perez. Lo sorpassa di cattiveria a un giro dalla fine, ma è troppo tardi per pensare di prendere anche Ricciardo. La sua gara è stata comunque incredibile.

Commenta su Facebook

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here