Formula Uno, Gp Bahrain: super Vettel, è primo! Mercedes sul podio

Bottas terzo dietro Hamilton, Raikkonen chiude con il quarto posto

0
155

DOMENICA 16 APRILE 2017 18:27

MANAMASebastian Vettel vince il Gp del Bahrain, davanti alle due Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, che partivano dalla prima fila (a posizioni invertite). Quarto posto per l’altra Ferrari di Kimi Raikkonen, che recupera una posizione rispetto alle qualifiche ai danni di Daniel Ricciardo con la Red Bull, che deve accontentarsi del quinto posto. Sesto posto per la Williams di Felipe Massa, che precede la Force India di Sergio Perez e la Haas di Romain Grosjean. Chiudono la Top 10 Nico Hulkenberg e Esteban Ocon. Fernando Alonso si ritira per un problema al motore a pochi giri dalla bandiera a scacchi.

Festa Ferrari in Bahrain! Vettel balla sul podio

LA PARTENZA – Al via, ottimo scatto di Sebastian Vettel che si infila tra le due Mercedes, rubando la posizione a Hamilton, che scivola così al terzo posto. Male Kimi Raikkonen che perde invece due posizioni: il finlandese viene infilato da Felipe Massa e da Max Verstappen ed è settimo. L’olandese della Red Bull in poche curve riesce a superare anche il compagno di squadra Daniel Ricciardo, che scattava dalla seconda fila accanto a Vettel. Dopo il primo giro, in testa c’è il poleman Valtteri Bottas, poi Vettel, Hamilton, Verstappen, Ricciardo, Massa, Raikkonen, Hulkenberg, Grosjean e Ocon.

PIT-STOP FERRARI – A nove giri dalla partenza, si ritira Kevin Magnussen: problemi tecnici per il danese che, all’uscita da una curva, accosta la sua Haas a bordo pista. A 11 giri dal via, Vettel rientra ai box per la prima sosta: il tedesco monta un nuovo treno di SuperSoft e rientra in pista in 12esima posizione. Contromossa di Verstappen: anche l’olandese rimonta le SuperSoft e rientra 11esimo, mentre il ferrarista recupera terreno ed è già risalito in nona posizione.

VERSTAPPEN FUORI – Con le gomme fredde, Verstappen compie un grave errore alla curva 4 ed esce fuori pista: la gara, per lui, è finita. Al 13esimo giro, incidente tra la Williams di Lance Stroll e la Toro Rosso di Carlos Sainz: entra in pista la Safety Car e i piloti Mercedes ne approfittano per fare il pit-stop.

Gp Bahrain, Naomi Campbell porta fortuna alla Ferrari

HAMILTON PENALIZZATO – Sotto inchiesta da parte dei commissari di gara la manovra di Hamilton che, rientrando ai box, avrebbe ostacolato la Red Bull di Daniel Ricciardo. Il britannico subisce 5 secondi di penalizzazione per aver rallentato senza motivo nella pit-lane. Probabilmente li sconterà nel secondo pit-stop (oppure i secondi gli verranno aggiunti al tempo al termine della gara).

VETTEL IN PRIMA POSIZIONE – Quando la gara riprende, Vettel si ritrova in prima posizione, ma Bottas si lancia subito all’attacco, mentre Hamilton e Massa sorpassano Ricciardo. A 20 giri dal via, Vettel resta davanti poi Bottas, Hamilton, Massa, Raikkonen, Ricciardo, Perez, Hulkenberg, Grosjean e Ocon. Al 24esimo giro, il finlandese della Ferrari riesce a superare il brasiliano della Williams e si porta alle spalle delle Mercedes. Anche Bottas sembra in difficoltà e non riesce a tenere il ritmo di Vettel: il finlandese rallenta e il compagno di squadra lo sorpassa, portandosi in seconda posizione. A metà gara, Vettel precede Hamilton, Bottas e Raikkonen.

IL SECONDO PIT-STOP – Secondo pit-stop per Sebastian Vettel al 34esimo giro: le SuperSoft vengono sostituite dalle gomme Soft, un cambio rapidissimo per i meccanici Ferrari, che consente al tedesco di rientrare in terza posizione (alle spalle di Hamilton e Raikkonen) e di lasciarsi alle spalle Ricciardo e Bottas. Cambio di posizioni al 36esimo giro, con Vettel che supera Raikkonen e si lancia all’attacco di Hamilton. Dopo il suo secondo pit-stop, Raikkonen scivola in quinta posizione ma a oltre 40 secondi di distacco da Hamilton, poi recupera in quarta posizione superando Ricciardo. A meno di 20 giri dal termine della gara, sul podio virtuale ci sono Hamilton, Vettel e Bottas: il britannico però è costretto a fermarsi ai box per il cambio gomme (monta un treno di Soft nuove) e per scontare la penalizzazione di 5 secondi. Vettel fa in tempo a passare e si riporta in testa alla gara, mentre Hamilton rientra in pista alle spalle di Bottas: a dieci giri dalla fine, le due Mercedes si scambiano posizione, con Hamilton secondo davanti al  finlandese. A 5 giri dal termine della gara, un problema al motore costringe al ritiro Marcus Ericsson, che si ferma a bordo pista: doppia bandiera gialla, che avvisa i piloti in pista della presenza della vettura ferma. Anche Alonso è costretto al ritiro per un problema al motore.

 

Commenta su Facebook

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here