Le luci notturne nemiche dell’impollinazione

In molti avranno assistito ad una falena che viene attirata dalla luce di una lampadina, finendo per girarci attorno a lungo

0
137

In molti avranno assistito ad una falena che viene attirata dalla luce di una lampadina, finendo per girarci attorno a lungo. Non è un mistero, infatti, che l’illuminazione notturna, compresa quella stradale, modifichi il comportamento delle falene, parenti notturni dellefarfalle. Quello che finora è stato sottovalutato è, invece, il ruolo di impollinatori di questi animali: più falene vengono attirate dai lampioni meno queste riusciranno ad impollinarele piante, con possibili conseguenze negative su vari componenti dell’ecosistema, avverte uno studio pubblicato su Global Change Biology.

Per poter studiare l’impatto dell’illuminazione notturna, i ricercatori hanno raccolto falene in prossimità di campi coltivati, sia in aree illuminate che in mancanza di luce artificiale, mettendo insieme diversi dati.

Innanzitutto: un quarto delle falene catturate trasportava del polline, appartenente ad almeno 28 specie di piante diverse. Secondo: la diversità delle falene è più bassa nei luoghi in cui è presente l’illuminazione stradale: i ricercatori, infatti, hanno contato il 25% in meno di specie nelle aree illuminate. Terzo: la presenza di lampioni sposta in alto l’attività delle falene. Se nelle aree non illuminate la maggior parte delle falene vola vicino a terra, in presenza di luce artificiale il 70% in più delle falene è attivo principalmente all’altezza dei lampioni.

In sostanza l’illuminazione artificiale porta le falene lontano dalle piante, con conseguenze negative sulla loro attività di impollinatori e possibili effetti a catena sulle piante che si affidano a loro per l’impollinazione e sull’intero ecosistema ancora da indagare.

Le popolazioni di falene sono in declino negli ultimi decenni e questo studio sembra confermare il sospetto che la luce artificiale possa essere uno dei fattori responsabili, anche se restano da comprendere meglio i meccanismi. Niente di cui rallegrarsi, insomma, se si pensa che anche importanti impollinatori diurni, come api e farfalle, stanno diminuendo negli ultimi anni. “Si tratta di un ulteriore studio che mostra l’impatto negativo dell‘inquinamento luminoso sulla natura” afferma Michael Pocock, che ha preso parte alla ricerca “Lo studio dimostra che l’effetto dell’illuminazione non interessa solo le falene, ma l’intero ecosistema.”

Per cercare di contrastare questo effetto negativo, i ricercatori stanno analizzando l’impatto di diverse tipologie di lampioni, per esempio quelli a LED, sull’attività delle falene, augurandosi che le amministrazioni siano sensibili agli effetti sugli ecosistemi quando si tratterà di rimaneggiare l’illuminazione pubblica.

Commenta su Facebook

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here