Ha sparato all’impazzata in strada con un fucile a canne mozze modificato a Monza, dopo aver litigato con la moglie e mentre i suoi due figli piccoli erano in casa.

Ha colpito alcune finestre del condominio di fronte, rischiando di ferire qualcuno, ma dopo l’arresto è tornato a casa. Processato per direttissima, secondo la decisione del Tribunale di Monza è stato associato ai domiciliari.

Oggi, 6 marzo, i residenti della zona  hanno paura “abbiamo sentito sparare, credo che quell’uomo abbia puntato il fucile dritto contro il condominio di fronte e abbia sparato all’impazzata perché la moglie era andata a ripararsi sotto i citofoni di quel palazzo – racconta un residente – avrebbe potuto colpire qualcuno. Come è possibile che lo abbiano fatto uscire? Adesso abbiamo paura”.

Fori-proiettili-vetro

Commenta su Facebook

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here